header image
Home arrow Staffetta della Fraternità
XIV Staffetta Internazionale della Fraternità Stampa E-mail

Dal 27 dicembre 2008 al 2 gennaio 2009, in Guinea Bissau, si è corsa la 14° Staffetta Internazionale della Fraternità (itinerario delle precedenti edizioni è stato Vicenza-Auschwitz-Assisi) con 16 giovani italiani d’età compresa tra i 16 ed i 26 anni e molti giovani guineani di pari età. Queste le emozioni di una ragazza (Marta)della Staffetta:

..."La fiaccola della Fraternità al centro, la bandiera dell’Italia e quella della Guinea a lato, e via di corsa sulle strade di terra rossa, attraverso i villaggi, attraverso la foresta.. Italiani e Guineani insieme, a ritmo di canzoni africane… Poche parole, ma con una sensazione di fratellanza che invadeva i cuori e si leggeva nei volti… Il messaggio era chiaro: “E’ più bello insieme…”! Le tappe, i luoghi visitati, hanno colmato il bagaglio di emozioni che si vivevano giorno dopo giorno. Siamo entrati nelle parrocchie, nei villaggi, nelle piccole “industrie” di stoffe e frutta secca, nelle altre missioni presenti in Guinea, nei mercati e nelle Cattedrali, ma anche nel Lebbrosario, nei cimiteri, nella discarica. Tutto sempre insieme ai giovani guineani, viaggiando sugli stessi mezzi, sotto lo stesso sole, fianco a fianco... Avendolo vissuto, personalmente mi permetto di dire che è un’espressione fondamentale dell’ardore che deve muovere il volontariato, importante quanto il lavoro pratico di sudore e fatica e il “lavoro” altrettanto pratico e difficoltoso di trovare le risorse economiche; perché nel fare il bene non bisogna mai perdere di vista la persona e la sua anima, perché l’Africa ha bisogno di essere considerata parte attiva nella sua rinascita, perché i giovani africani hanno bisogno di sentirsi considerati amici, non solo “aiutati”."

Con la fiaccola della fraternità, la bandiera italiana e quella guineana, dopo aver portato nelle varie comunità e centri abitati i segni di amicizia, di pace e solidarietà tra due Popoli, celebrazione centrale delle manifestazioni è stata l'inaugurazione della nuova scuola materna “Mariano Matteazzi” con grande partecipazione di popolo, autorità statali, cittadine, religiose e soprattutto dei capi-villaggio. Dopo la firma dell'atto di donazione del nuovo Complesso Scolastico-Sportivo alla Diocesi di Bissau, la festa è proseguita con danze animate da gruppi giovanili locali. La scuola materna è il primo fabbricato del nascente "Campus Madrugada”, sorto vicinissimo al Centro Medico-diagnostico ”Dom Settimio Arturo Ferrazzetta”, gestito dalla Cooperativa Madrugada e che comprenderà anche le scuole elementari, spazi per corsi di alfabetizzazione degli adulti, in particolare per le donne, corsi di formazione e aggiornamento professionale e sanitario e un’area sportiva attrezzata con campi da gioco e spogliatoi. Le costruzioni sono rese possibili soprattutto grazie alle donazioni di tanti benefattori ed al lavoro di vari gruppi di volontari italiani (muratori, elettricisti, tecnici, manutentori, medici, infermieri...) che periodicamente si recano in Guinea per proseguire l’opera e, con grande dedizione, trasmettere le proprie capacità lavorative ai giovani guineani.

staffetta della fraternità Guinea Bissau
 
< Prec.   Pros. >
Notizie Flash
Leggi la nuova presentazione del "Campus Madrugada".
 
Orologio
Fai una donazione